sabato 24 novembre 2012

Musica: la nostra esperienza!

Da qualche settimana con Anna ho iniziato davvero un'esperienza meravigliosa.
Tramite una biblioteca della zona ho aderito al progetto denominato "Musica in culla", un percorso di apprendimento spontaneo della musica per bambini da 6 mesi a 4 anni, suddivisi in 3 gruppi omogenei per fasce d'età.
 
Il metodo si basa sugli studi del ricercatore statunitense Gordon che, in estrema sintesi, ha paragonato la capacità di apprendimento musicale alla capacità di apprendimento del linguaggio. Soprattutto nella fascia di età fino ai 3 anni infatti, se adeguatamente stimolata e sollecitata, si amplifica nel bambino l'attitudine musicale che spontaneamente e naturalmente guida il cucciolo nell'apprendimento del linguaggio musicale.
 
Come in tutti i processi di apprendimento il bambino avrà una prima fase iniziale di ascolto che gli permetterà di assorbire tutte le informazioni necessarie per "uscire allo scoperto" quando si sentirà pronto. Infatti i tempi e le reazioni di ciascun soggetto sono notevolmente differenti, è opportuno quindi non creare aspettative nei bambini ma, capire in base ai messaggi che egli ci ritornano, quale sia la strada giusta per faciltare questo apprendimento spontaneo. Infatti, proprio come la parola, essa arriva improvvisamente e segue strade naturali, mai imposte, per esplicarsi in modo sempre più raffinato e complesso.
 
Il corso mira a interagire con i bambini tramite il movimento e la profonda comunicazione che avviene con diverse tonalità e ritmi nei canti: da qui la capacità, un pò per volta, di apprezzare le differenze e di sentire le emozioni che la comunicazione musicale evoca.
E' un viaggio con la fantasia e con il cuore, al bambino non viene chiesto nulla, e neppure al genitore, se non per quest'ultimo di lasciare da parte imbarazzi e rigidità mentali e lasciarsi andare... vivere quest'esperienza CON il proprio figlio e PER IL RAPPORTO che con egli si vuole creare... lasciarsi trasportare dalla passione e dalla voglia di scoprirsi anche in un altro modo.
Lasciare spazio al nostro essere liberi per muoversi con il corpo seguendo la voce, soffermarsi a ricercare il silenzio come terreno per l'assimilazione e l'elaborazione di questa nuova competenza.
 
Io non sono un'esperta in merito e per giunta sono anche all'inizio di questa stupenda esperienza, ma vi lascio qualche link per poter approfondire questo tema se vi interessa:
 
www.simonemagnoni.com (il nostro educatore assieme alla sua collega Valentina)
 
Aggiungo solo una cosa: al di là dell'aspetto prettamente tecnico ed educativo del progetto (peraltro interessantissimo), la parte più importante di tutte è che è uno spazio di interazione genitore/figlio. E' un'attività da fare insieme, è un tempo dedicato, è un'esperienza di conoscenza reciproca e di rafforzamento del legame affettivo. Oltre a tutte queste belle cose che vi ho accennato io vivo soprattutto questo, il ritrovarci insieme io e Anna e vivere in armonia questa esperienza.
 
 

15 commenti:

  1. ma che bella cosa........chissà se anche qui fanno qualche cosa....magari al sabato quando finiremo con la piscina...baci Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero proprio Manu, è una bellissima cosa!!!!

      Elimina
  2. che meraviglia! come mi sarebbe piaciuto fare questa cosa con la Gnoma! davvero entusiasmante... raccontaci poi degli sviluppi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, vi terrò aggiornati!!! Anche perchè la mia piccola osservatrice Anna, canto dopo canto si sta lasciando andare e vocalizza battendo le mani a ritmo!!!! :-)

      Elimina
  3. Sembra una cosa bella ma... A sei mesi non sono troppo piccini questi bimbi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà al bimbo non viene chiesto nulla, così piccino è un "soggetto passivo"... ascolta e basta e nel frattempo immagazzina lo stimolo... i bimbi più piccoli altro non vivono che un momento di coccole con i genitori, con canti dolci e movimenti lenti e rilassanti.... pensati che alcuni corsi iniziano prima del parto!!!!!
      Felice serata!

      Elimina
  4. splendida pagina ... mai troppo piccoli per la musica ...
    ciao Vale!
    ;)monica

    RispondiElimina
  5. Spettacolare! Anche io sto cercando qualcosa del genere, ma mi sembra che da queste parti (Firenze) non ci sia nulla di simile. Mi devo documentare meglio.
    Io intanto a volte suono la chitarra (male... ma meglio di così non sono capace) mentre Vale gioca e gli canto sempre un sacco di canzoncine. E la radio di Jamendo con musica di vario genere è spesso accesa. L'unico modo di tenerlo calmo in auto è cantare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate l'intromissione: ci sono corsi del genere a Pisa, se non ti scomoda troppo.
      Ciao!
      :-)

      Elimina
  6. E io ti augro di trovarlo un corso così perchè davvero bellissimo! Anch'io strimpello un paio di strumenti (chitarra e piano) e con Anna ho sempre cantato tanto e ascoltato tanta musica e infatti lei l'adora!!!!
    Un caro abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Trovo sia una bellissima opportunità per il bambino e come dici tu anche un modo per rafforzare il rapporto genitore figlio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, proprio una bella opportunità! Benvenuta nel mio spazio Bussola, grazie per essere passata di qui e aver detto la tua!
      A presto!

      Elimina
  8. Ciao Valentina,
    son giorni che vorrei passare, ma stiamo attraversando una brutta influenza ch ha colpito entrambi e quindi il tempo scarseggia sempre più...
    Credo sia una bellissima esperienza: la musica è parte basilare della formazione di una persona, per tanti motivi, non solo performanti (anzi quelli li lascerei proprio stare).
    A me sarebbe piaciuto, ma avrei dovuto fare più di un'ora di macchina da qui e ho lasciato perdere...
    Un salutone,
    a presto!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, spero davvero stiate meglio entrambi...
      La musica è un mezzo di comunicazione straordinario e come dici tu, non importa quanto imparano, ma quanto sono in grado poi di restituirci in termini di affettività quando la musica si fa strada e diventa mezzo di interazione ed espressione.
      Un salutone a te e un bacino al tuo piccolo!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...